(…) < Mai visto niente di simile >, commenta stupefatto il professore Roberto Blundo, microbiologo marino, un CAPRESE di adozione giunto alle Shetland per prelevare alcuni campioni di terra contaminati da idrocarburi. <E' incredibile quanto il petrolio si sia già biodegradato, ossia trasformato in TRIGLICERIDI, cioè, un prodotto non più tossico. Evidentemente i batteri marini, divoratori di molecole di carbonio, di cui è costituito il greggio, hanno ottemperato al compito che la natura ha loro assegnato con l'integrazione di nutrimenti naturali (di N e P) precedentemente cosparsi sul suolo.>
 


"Torna la vita alle Shetland" di Michele Giordano , rivista: "NOI" 1993

 

 

 


 

(…) Tra le meraviglie che i microrganismi promettono ce n'è una che merita grande attenzione: i batteri saranno l'arma vincente contro il peggiore incubo del prossimo millennio, l'inquinamento. (…)
(…) Si tratta di microrganismi naturali appartenenti alla famiglia degli Pseudomonas che già allo stato naturale hanno la capacità di attaccare velocemente gli idrocarburi (petrolio) trasformandoli in acidi grassi completamente solubili e NUTRITIVI (…)
(…) <Contro il petrolio>, puntualizza il professor Blundo, <funzionano Naturalmente solo i batteri. Ogni ceppo attacca il suo idrocarburo leggero o pesante che sia...>. In laboratorio un pugno di batteri riesce a purificare 20 litri di acqua in un paio d'ore; in mare 2 quintali di microrganismi sono la quantità sufficiente per ripulire un ettaro di SUPERFICIE. (…)
(…) Il cocktail (CONSORZIO) di batteri mangiapetrolio è entrato in azione nel golfo del Messico in occasione dell'incidente alla petroliera Mega Borg. Ottimi i risultati, tanto che la prudente EPA, l'ente americano per la protezione ambientale, ne ha autorizzato l'uso nello Stato del Texas, luogo di intensi traffici petroliferi (…)

 

"L'invisibile armata" di Loredana Cafulli , rivista: "Natura" 1991

                       

                       

 


 

(…) Il professor Roberto Blundo con Paolo Bonolis nel programma di Raiuno "i cervelloni" ha esposto il suo metodo naturale per degradare il petrolio in caso di "oil-spill" per mezzo dei batteri, elementi naturali che non provocano inquinamento alcuno, anzi. (…)
(…) Con questa biotecnologia sono state
ripulite, in meno di tre giorni, nel 1990, le acque marine prospicienti HOUSTON (Galveston NATO-BASE) dopo il disastro provocato dalla petroliera Norvegese Mega Borg (…)
(…) <Ad Anagni (FR)> dice il professor Blundo <trattiamo gli impianti comunali che raccolgono le acque reflue, quelle delle fognature insomma. Con il nostro metodo l'acqua diventa così pura che ci permettiamo il lusso di allevare le trote. Quando le acque sono trattate con i solventi chimici, invece, i pesci vengono a galla morti (…)


"Uno scienziato romano ha trovato la "formula" per sconfiggere l'inquinamento delle acque"di Leonida Barezzi, rivista: "NOI" 1994

 

 


                                         

 

ECOBIOS Italia, Srl (founded in 1976) & ECOBIOS Texas, Inc. (since 1982)

ADMINISTRATIVE Office - Tel. +39 06-37.51.51.08 - Fax +39 06-372.53.18
ENVIRONMENTAL Micro-BIOENGINEERING - 82, Circonvallazione Clodia - ROME (00195)
LABORATORY Production: Largo Fontana 56 (Marina Grande) CAPRI (80073) - Tel. +39 081-837.32.34

FOREING Office - (Mexicali) 1590, Hosefina Haro (21280) Baja California
SCIENTIFIC R&D : Prof. Roberto A. BLUNDO (B.Eng, M.Biol, Ph.D) - (Mobile) +39 320-741.33.70 - (Skype): roblundo

Gen. Mng. and P.R. : Dr. Alessandro BLUNDO - (Mobile phone) +39 320-741.33.72 - (Skype): aleblundo
ENGINEERING: Eng. Ilaria BLUNDO - (Mobile phone) +39 320-741.33.78
- (Skype): ilablundo

 


e-mail: ecobios@blundo.it